About me

Se avessi avuto una passione sola…

Ho lavorato in ufficio fin dalla più tenera età per aiutare nella diatta di mio padre, poi per fare esperienza mentre studiavo e guadagnare qualche soldo ed infine per vivere. In pratica per oltre un quarto di secolo ho poggiato il culo su una sedia davanti ad un computer ed un telefono, ad una scrivania.

…e poi? Come tanti ho detto basta, non ne posso più?

No, niente affatto.

Quello che non vi ho detto è che per tutto quel tempo, già prima di cominciare le scuole e per quasi tutta la mia vita adulta, ero stato parecchio impegnato a superare l’ostacolo d’essere un asmatico cronico, allergico, di soffrire di emicranie e gastrite. Sono stato convinto a sottopormi a due studi sperimentali, uno sulla emicrania e l’altro sull’asma, ho fatto due cicli di vaccini per un totale di 8 anni, con una iniezione al mese. Ho preso farmaci dai 5 anni di età tutti i giorni della mia vita, o almeno fino ai miei 33 anni.

Ed ecco cosa è cambiato.

Leggendo un libro alla Feltrinelli di Piazza del Duomo a Milano, la mia fidanzata decise di farmi una proposta, mi chiese di fare una prova assieme a lei, diventare vegani per una settimana.

Questo è stato l’innesco.

Io mi opposi, figuriamoci! Mangiavamo fuori casa quasi tutti i giorni, piadine, pizze, hamburger, sushi, cinese, gelati, dolci. Come potevo rinunciarci? Che fame avrei avuto a mangiare insalatina e bere centrifugati? Avrei dovuto lasciare i miei yogurt da bere alla fragola, i miei milkshake? Avrei dovuto rinunciare alla carne? Cosa mi sarebbe rimasto?

Quella settimana, per amore, ci provai, e sorpresa sorpresa, smisi di prendere l’Aliflus Diskus, l’Accoleit, il Deltacortene (per i momenti peggiori), il Ventolin (per le crisi), il Flixonase ed il Clenil per le allergie, tutti in una volta. Come? Non so come lo decisi, fu una sensazione, forse perchè finalmente sentivo che digerivo in maniera completa, respiravo liberamente e gli allergeni non mi provocavano attacchi o eruzioni cutanee e dal terzo giorno il mal di testa era sparito senza Aulin, Oki, Saridon o Nurofen.

Dai 5 ai 33 anni a prendere farmaci tutti i giorni.

Niente più farmaci per un cambio di dieta!?! Non ci potevo credere, eppure lo vivevo, se me lo avesse detto qualcun altro avrei sminuito la sua necessità di medicarsi, avrei detto o pensato che la mia forma di asma fosse sicuramente più grave, che… che… che…

Ma è capitato a me e so bene quanta voglia per tutta la vita avessi avuto di essere normale, o anche solo di sembrarlo. Ogni anno almeno due influenze con la febbre sempre altissima, circa 4 mesi di assenza da scuola fino alla fine delle superiori, la sinusite, le emicranie, il sonno per gli antistaminici, la paura di avere una crisi d’asma per uno starnuto o per un colpo di tosse, il nascondermi per la vergogna nei bagni in apnea a prendere i broncodilatori spray e finire per terra, bagnato di sudore da capo a piedi, cercando di non far rumore, di non attirare l’attenzione. Fa male anche solo pensarci.

E tutto perchè nessuno mi aveva detto di non mangiare prodotti animali (e anche il glutine nel mio caso)??? Che avrei potuto abbassare la mia soglia di tolleranza agli allergeni??? Che l’asma deriva dalla disbiosi intestinale e che dovevo curare quella per vivere bene???

Ora sapete perchè voglio scrivere dei libri di cucina sana per davvero.


simplicity

Devo semplificare

Le idee più strampalate, impossibili, quelle che per realizzarle dovrebbero prima inventare la macchina del tempo, o la vita eterna, sono quelle che mi vengono più facilmente. Mi perdo nella mia fantasia, scrivo incipit, preparo dettagliate mappe mentali, organizzo materiale e poi… una idea migliore! Forse è inconsueto per un ariete come me avere la testa tanto fra le nuvole…

Ed ecco qui la scoperta del giusto MANTRA, si perchè ognuno deve incontrare il proprio, o i propri.

Il mio è:”S E M P L I F I C A”.

Così il caos diventa ordine, o meglio, un unico flusso creativo inarrestabile e mano a mano che la corrente scorre prende forza e mi trascina tra le sue correnti. Ammetto che mi piace scrivere e stavo lavorando a tutt’altro quando ho preso la decisione di iniziare questo viaggio, sono anche stato interrotto per diversi mesi da un altro progetto… Ma un bel giorno di novembre del 2019, ho deciso che non avevo bisogno di fare un corso di fotografia per scrivere un libro che parlasse della vera cucina sana.

Non è una cucina per stupire, per vincere premi e diventare famosi, serve solo ed unicamente a nutrirci correttamente, ma questo permette tante altre cose, come l’essere sani, leggeri, felici, attivi, poter guarire o aiutare qualsiasi processo di guarigione. A me non sembra poco…

Un percorso linerare?

Vi avviso, responsabilizzarsi non è mai un processo semplice e nemmeno troppo piacevole! Insomma, quando se ne occupano gli altri, noi abbiamo più tempo per noi, no?

Sbagliato! Ecco l’errore, quel tempo per noi è proprio quello in cui ci prendiamo cura di noi, non quello che spendiamo sui social o a “smollare” il divano davanti a Netflix!!!

Io ho cominciato con una settimana da vegano, poi sono andato a fare dei corsi di cucina vegetariana, in seguito mi sono buttato per due anni a capofitto nello studio della cucina macrobiotica, sono tornato vegetariano, ho scoperto il pesce, l’ho lasciato, sono diventato vegano senza glutine, crudivegano ed infine fruttariano. Dieci anni di transizioni, crisi eliminative, scoperte, sperimentazioni e studio. In Spagna ho potuto studiare nutrizione, dietetica e dietoterapia naturista ed erboterapia. Ho praticato protocolli su me stesso, sulla mia famiglia, il mio cane. Ne ho combinate di cotte e di crude, commesso errori, tanti, ma tutto è servito. Non è una scienza esatta, dovete provare, scoprirvi, capirvi. Siamo tutti diversi anche se simili, ad esempio possiamo dire che a tutti fanno male i fritti, ma alcuni tollerano meglio i cereali integrali di altri.

Blog Posts

Come tutte le fucine di idee, anche io le sparo in perfetto ordine sparso, quindi non aspettatevi un filone da seguire, semmai spunti di riflessione ed informazioni preziose. Qualche ricetta per sfoderare tutto il vostro arsenale di attrezzi, pentole e padelle e dargli un buon uso. Consigli ed esperimenti, fatti sulla mia pelle, di rimedi naturali e supplementi.

Go to blog


Volete vedere con me come va l’avventura di proporre questi libri?

Ho preparato una timeline con tutti gli eventi di questa corsa creativa, la aggiornerò mano a mano che avrò delle novità.

Volete vedere che passi ho compiuto finora?

Preferite leggere l’estratto dei libri pronti per la pubblicazione?

Go to blog

Cucina sana e vegana